Anche se con un po’ di ritardo rispetto ad altri paesi, il fenomeno fab lab e il movimento maker una volta arrivati nella nostra penisola sono stati accolti con molto entusiasmo e in pochi anni si è diffuso su tutta la penisola facendo dell’Italia il secondo paese in Europa con il maggior numero di fab lab e mini fab lab. 

La Rete italiana è diventata un punto di riferimento non solo per coloro che vogliono apprendere e conoscere in modo più approfondito le nuove tecnologie di fabbricazione, ma anche per aziende, università, scuole e artigiani che vogliono integrare le nuove tecnologie e pratiche progettuali all’interno dei loro processi, in modo da sviluppare proposte innovative e aprire nuovi mercati economici.

La Rete italiana è diffusa su tutto il territorio nazionale da Nord a Sud, e sono presenti fab lab non solo nei grandi centri urbani, ma anche in zone semirurali e in centri abitati di medie dimensioni, questo fa sì che ovunque tu sia, è probabile che ci sia un fab lab nelle vicinanze: consulta la mappa e trova il laboratorio più vicino!